Al campionato mondiale della Pizza di Parma l’Italia ha trionfato tra 52 paesi partecipanti

offresi ristorante e pizzeria in affitto

Al campionato mondiale della Pizza di Parma l’Italia ha trionfato tra 52 paesi partecipanti

Aprile 21, 2023 Uncategorized 0

Festeggia i sei lustri il Campionato Mondiale della Pizza che si è svolto dal 18 al 20 aprile al Palaverdi delle Fiere di Parma. Un’edizione sempre più internazionale, con oltre 700 concorrenti pizzaioli provenienti da 52 Paesi del mondo, ma anche migliaia di visitatori, foodies e addetti ai lavori a testimonianza di un mondo che si conferma in costante evoluzione. Oltre all’Italia, i Paesi più rappresentati sono stati Francia, USA, Portogallo, Spagna, Ungheria, Brasile e Polonia. Rispetto allo scorso anno si è registra la partecipazione di nuovi Paesi: quali Algeria, Cile, Egitto, Finlandia, Giappone, Guatemala, Kuwait, Messico, Principato di Monaco, Paraguay, Polonia, Porto Rico e Repubblica Ceca. Durante la tre giorni di gare, pizzaioli e pizzaiole da tutto il mondo, si sono sfidati in oltre 1000 gare di cui 930 gare di cottura (Pizza Classica, Pizza senza glutine, Pizza Napoletana STG, Pizza in Teglia, Pizza in Pala) e gare di abilità (come Freestyle, Pizza più larga e Pizzaiolo più veloce) tra le quali sono stati decretati i migliori pizzaioli del 2023.

Il premio “Heinz Beck” e il punto degli organizzatori

Lo chef Heinz Beck ha presieduto il trofeo a lui intestato premiando i migliori chef di pizzerie del mondo: “Ogni anno è un piacere per me tornare al Campionato Mondiale della Pizza. Ancora una volta il livello dei piatti presentati e degli chef è stato molto alto” racconta Heinz Beck “innovazione e sostenibilità sono due temi ai quali ho prestato particolare attenzione nell’assegnazione del premio che è stato conferito ad Alessandro Caliolo”. Soddisfatto del traguardo anche l’organizzatore della manifestazione Massimo Puggina: “È stata un’edizione all’insegna dell’internazionalità con 52 Paesi rappresentati, e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone tra professionisti del settore e pubblico finale. Il livello delle creazioni presentate dai pizzaioli è stato molto alto e come sempre non sono mancate creatività e innovazione, che caratterizzano questo settore in costante evoluzione.”

I momenti di confronto e i seminari del Pizza World Forum

Mercato, sostenibilità e food delivery ma anche di storytelling legato al mondo della pizza sono stati i temi che sono stati affrontati nel ciclo di seminari Pizza World Forum. Importante anche l’attenzione riservata alle nuove tendenze e agli abbinamenti, ad esempio con la tavola rotonda “Sweet pizza. Il dolce in pizzeria non è più quello di una volta”; oppure con l’accostamento di due tipicità del Made in Italy come la pizza e il Parmigiano Reggiano. Quest’anno è stato messo in particolare l’accento sul tema della sostenibilità: il premio “La pizza del Cambiamento”, realizzato in collaborazione con la farina “Le 5 Stagioni” di Agugiaro & Figna Molini è stato assegnato a Giulia Vicini. Un’iniziativa volta a sensibilizzare il mondo della pizza verso l’adozione di pratiche produttive più sostenibili, quali l’utilizzo di materie prime provenienti da agricoltura a basso impatto e di prodotti tipici DOP e IGP nelle preparazioni, ma anche l’attenzione verso logiche antispreco sempre più opportune con l’obiettivo di ottimizzare le quantità degli ingredienti e la scelta di fornitori che operano secondo i canoni della sostenibilità.

Campionato Mondiale della Pizza 2023: i vincitori

Gare di cottura

Pizza Classica – Giuseppe Criminisi (Sicilia)

Pizza napoletana STG – Vincenzo Mansi (Campania)

Pizza in pala – Antonio Di Tella (Toscana)

Pizza in teglia – Valentino Clemente (Toscana)

Pizza senza glutine – Domenico Vassallo (Veneto)

Pizza a due – Raffaele di Stasio con Cristian Tolu (Lombardia e Sardegna)

Gare di abilità

Pizza più larga – Daniele Pasini (Emilia-Romagna)

Stile libero – Francis Tolu Botella (Spagna)

Pizzaiolo più veloce – Andrea Bandinelli

Premi Speciali

Trofeo Heinz Beck – Alessandro Caliolo (Puglia)

Premio “La Pizza del Cambiamento” – Giulia Vicini (Lombardia)

Premio speciale Parmigiano Reggiano – Giuseppe Criminisi (Sicilia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *